Home / Consigli per dimagrire / Il lato oscuro del cibo, sapere per non ingrassare

Il lato oscuro del cibo, sapere per non ingrassare

Il cibo oltre a poter essere considerato un piacere, una necessita, può anche manifestare un lato oscuro. Infatti, può anche essere una sorta di veleno per il nostro fisico. Non per nulla, secondo alcune ricerche, il 50% della popolazione soffre, a vari livelli, di intolleranze alimentari.

Sono ipersensibilità alimentari che si possono differenziare dalle allergie vere e proprie, in quanto non producono alcuno shock anafilattici o altre reazione violente e immediate. Al contrario, le intolleranze alimentari si manifestano sempre con sintomi sfumati come ad esempio:

  • stanchezza
  • cefalea
  • gonfiori addominali
  • infezioni ricorrenti
  • pelle secca.

Questi disturbi lievi, sono responsabili di una lenta e inesorabile intossicazione del nostro organismo, capace di determinare stanchezza, gonfiore e problemi metabolici come sovrappeso e obesità.

Le intolleranze alimentari derivano dalla impossibilità del nostro organismo a digerire uno o più nutrienti per la mancanza di determinati enzimi, oppure a causa di un difetto metabolico, che può essere di origine genetica o causato da fattori esterni come le cattive abitudini alimentari, stili di vita e stati emotivi alterati.

Le cause non sono ancora del tutto note, ma quello che è certo e che esse sono dovute appunto all’accumulo di una o più sostanza, fino al superamento della dose soglia. Pertanto, l’accumulo scatena l’ipersensibilità.

Per perdere peso si deve sapere cosa eliminare dalla propria dieta

Tra gli alimenti ritenuti più a rischio di intolleranze alimentari vi sono il latte e i formaggi, ma anche i cereali e prodotti a base di farine ricche di glutine.

Il glutine è una sostanza che è composta da due proteine, la gliadina e la glutenina, che sono presenti nel grano e in altri cereali come pure nei loro derivati. Per il suo alto tenero proteico, il glutine viene spesso ad essere utilizzato nelle diete vegetariane, come rimpiazzo della carne, ed è anche alla base di vari alimenti vegetariani come ad esempio il seitan.

Quindi gli esperti reputano che in questi casi siano da evitare il frumento e i prodotti a base di grano duro, grano tenero, germe di grano come il pane, la pizza, i grissini, i cracker e il pangrattato. Ci si dovrebbe astenere dall’assumere segale e derivati, il farro, la crusca e le zuppe a base di crusca, la spelta, che è presente anche in molte farine impiegate per la realizzazione di dolci, biscotti e altri prodotti dolciari.

Fra i vari alimenti da evitare rientrano anche l’orzo, il malto, triticale, kamut e derivati, e seitan.

Oltre ai cereali e ai prodotti ricchi di glutine, gli esperti raccomandano, in caso della presenza di questi problemi, di eliminare dalla propria dieta alimentare il latte e i prodotti che contengono lattosio e caseina, che spesso possono, appunto, causare intolleranze alimentari.

Si dovrebbe, inoltre, puntare sul consumo e sull’assunzione di vegetali di stagione, preferendo di conseguenza cibi freschi e di qualità, evitando i prodotti industriali. Sarebbe anche opportuno condire e cucinare con l’olio extravergine di oliva, senza superare mai i due cucchiai al giorno. Gli esperti suggeriscono anche di bere almeno due litri di liquidi al giorno, andando ad escludere alcolici, bibite zuccherate e caffè.

Per perdere peso gli integratori sono un bell’aiuto

Grazie a un alto contenuto di fibre, i cereali senza glutine sono anche in grado di rallentare l’assorbimento intestinale del glucosio, e quindi, di tenere sotto controllo i valori di glicemia nel sangue e la produzione di insulina. Inoltre, grazie alle loro proprietà cibi come riso, mais, grano saraceno, miglio, amaranto e quinoa, permettono di seguire una dieta equilibrata per poter perdere peso.

Per poter perdere peso in maniera naturale, possiamo anche ricevere un prezioso sostegno dagli integratori come il Forskolin. Questi prodotti, infatti, sono stati studiati e realizzati in maniera che possiamo perdere peso in maniera naturale. Ma gli integratori, oltre a fornire un valido sostegno nel perdere peso, forniscono anche preziosi elementi come le vitamine e i sali minerali, molto utili per preservare e conservare il nostro benessere fisico.

C’è anche il riso per chi ha una intolleranza al glutine, essendone privo; è altamente nutriente e digeribile, ed è quindi un alimento ideale per ogni dieta per perdere peso. Dopo il frumento e il riso, il mais è il cereale più coltivato nel mondo. I suoi chicchi sono privi di glutine e contengono il betacarotene oltre a vitamine, ferro e altri minerali. Prive di colesterolo, lattosio e caseina, le bevande vegetali ottenute da prodotti bio come la soia, il riso o l’avena, sono una valida alternativa al latte. Le bevande di soia contengono una quantità di ferro doppia rispetto al latte di mucca, oltre una buona quantità di acidi grassi polinsaturi omega3.

Il latte di riso viene spesso addizionati di calcio e vitamina D. Ma per poter essere certi di avere il giusto apporto di minerali e vitamine, possiamo farci aiutare anche dagli integratori, i quali, oltre ad aiutarci a perdere peso, forniscono anche le quantità corrette di questi importanti e preziosi elementi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

8 + 3 =

Scroll To Top